L'associazione italiana Amici di Neve Shalom Wahat al-Salam

- Obiettivi

- Storia

- Sviluppi

- Statuto

- Per collaborare

 

Obiettivi

L'Associazione Italiana Amici di Nevè Shalom Wahaat as Salam, come le sue 12 sorelle in altri paesi del mondo, sostiene moralmente e materialmente il Villaggio di NShWaS, favorisce i legami, i contatti, gli scambi tra i membri del Villaggio e coloro che, in Italia, ne condividono gli ideali ed i progetti, e ne sostengono le attività e le realizzazioni.

Storia

L'Associazione Italiana Amici di NShWaS, è stata fondata il 19 giugno 1991 da Renzo Fabris, su sollecitazione del fondatore Padre Bruno Hussar che di Renzo Fabris era amico da anni. Renzo Fabris,( 1929-1991), dirigente d'azienda e professore universitario, è stato in Italia uno dei pionieri del dialogo cristiano-ebraico. Studioso rigoroso e appassionato,nei suoi numerosissimi scritti-alcuni dei quali sono stati raccolti in volumi pubblicati dopo la sua morte- ha sviluppato ed approfondito con sguardo anticipatore e lungimirante molti temi riguardanti sia il mondo dell'impresa che la realtà di Israele, nella storia e nel tempo presente. Bruno Hussar lo aveva messo a parte del suo "sogno", -la fondazione di un Villaggio dove famiglie ebree e palestinesi vivessero insieme nel mutuo rispetto delle loro culture,costruendo strumenti di educazione per una gestione pacifica del conflitto- coinvolgendolo perché ne diventasse il sostenitore in Italia. Renzo Fabris era dunque stato, dai primi anni '70, insieme a pochi altri, il referente in Italia per la creazione e lo sviluppo di una rete di amici, che progressivamente si ampliava, fino alla costituzione dell'Associazione, nel 1991.

Sviluppi

Dal 1991 a oggi, l'Associazione è progressivamente cresciuta, sia come numero di aderenti e simpatizzanti, che come impegni educativi e di sensibilizzazione attivati nel nostro paese. Un contributo importante al suo sviluppo è stato dato dall'agenzia educativa CEM Mondialità, grazie anche all'azione convinta e appassionata di Domenico Milani, padre saveriano, che aveva voluto lanciare una campagna di sostegno e diffusione di questo progetto educativo in due successivi Convegni nazionali, 1987-89. Lo stesso Bruno Hussar era più volte venuto in Italia a raccontare come il suo "sogno" stesse diventando realtà, attirando l'attenzione dei media.

L'Associazione conta 3500 amici, di cui circa 150 sono soci.

L’Associazione è gestita dal Consiglio esecutivo attualmente così composto:

Brunetto Salvarani - Presidente

Pietro Mariani Cerati - Vicepresidente

Giulia Ceccutti - Coordinamento e segreteria

Rosita Poloni

Daniele Finzi

Mariangela Fantozzi

Marya Procchio

Roberto Rimassa

Laura Valentini

Pietro Lazagna

Sono Sindaci dell’Associazione: Luciano Walter Ceruti e Camillo Procchio